top of page

Il Barbagianni

Aggiornamento: 29 giu 2020

Buongiorno a tutti voi!


Comincia un percorso divulgativo che chiameremo ...

Voci della terra incantata #1


Oggi voglio parlarvi di un rapace notturno particolare a me molto caro il Barbagianni (Tyto Alba).

E il più elegante tra i rapaci notturni, per i colori del piumaggio molto accesi sul dorso e dal caratteristico petto bianco che lo ha reso ancor più misterioso, pensate in alcune regioni d’Italia e chiamato dama bianca .

Un’altra caratteristica che lo distingue oltre alla livrea e il disco facciale a forma di cuore, ben definito di colore bianco.

Predilige spazi aperti, prati coltivati, filari di alberi, zone agropastorali tradizionali, in un'altitudine che lo può indurre a nidificare dal livello del mare sino ai 400-600 m in aree collinari, mentre sino ai 900m su versanti appenninici.

Le zone di campagna, tuttavia, sono in assoluto le più idonee alla sua colonizzazione, gli inglesi infatti li chiamano Barn Owl ovvero Gufo dei granai.  Per questo motivo colonizzano anche aree antropizzate, ovvero frequentate dall’uomo come parchi, centri abitati, aree industriali dismesse ecc....

Nidificano tra marzo e giugno, la coppia sceglie un sito riproduttivo costituito da una grande cavità o da un anfratto naturale o legata a fabbricati come fienili, castelli, campanili o  più di recente edifici industriali dismessi.

La femmina, la sola che porta avanti l’incubazione, depone mediamente dalle 4 alle 7 uova e dura circa 30-31 giorni alla schiusa.

Di questo fantastico rapace potrei dilungarmi tantissimo, ma sicuramente ve ne parlerò nelle prossime puntate.

68 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page